Potete seguirmi anche su fb e twitter

sabato 11 maggio 2013

Candeggina gentile ECOLOGICA!

Non stiamo assolutamente parlando della porcheria tossica, inquinante e puzzolente che vendono al supermercato! Quella che usiamo comunemente come candeggina è una soluzione con ipoclorito di sodio. Il cloro che contiene,  rovina la lavatrice (ossida l'acciaio inox!), rovina i colori, i tessuti  ed è altamente pericolosa per l'ambiente e altamente tossica per gli organismi acquatici! Ovviamente per organismi acquatici non pensate solo ai pesci, ma dovete considerare tutto l'ecosistema!
Esiste invece una candeggina gentile che disperdendosi nell'ambiente libera solo acqua e ossigeno: l'acqua ossigenata.
Questa candeggina (inodore) si può aggiungere al normale lavaggio come disinfettante e sbiancante, ma anche come antimuffa e per disinfettare il bagno. Bisogna comprare l'acqua ossigenata a 130 volumi (la trovate nei fai da te, ferramenta ben forniti e in tutti i posti dove vendono materiale per lavorare il legno). A 130 volumi è irritante, quindi bisogna maneggiarla coi guanti (quelli per lavare i piatti vanno benissimo) con attenzione e lontano da superfici delicate. Non preoccupatevi anche se vi schizza pura sul braccio o finisce su un tessuto mica lo brucia! Il prezzo va dai 2.5€ ai 4 circa (se la usate solo in lavatrice, con un flacone fate 5litri di candeggina!). Fondamentalmente vi basta miscelare l'acqua ossigenata con quella distillata e la candeggina è pronta. Se la conservate, vi serve però uno stabilizzante che eviti che "vada a male" disperdendo tutto l'ossigeno, inattivandosi. Il conservante che dovete comprare è l'acido citrico (lo trovate nelle agrarie, nei negozi di prodotti per enologia, drogherie, negozi di prodotti ecologici, negozi di detersivi sfusi). (il costo va dai 3€ ai 7-8 € per kg)L'acido citrico si può usare anche per produrre un potente anticalcare e  l'ammorbidente. Sicuramente è uno degli ingredienti che deve avere qualsiasi casa ecologica! L'impatto ambientale è addirittura più basso di quello dell'aceto! Una volta si otteneva solo a partire dagli agrumi, oggi soprattutto per via sintetica a partire dalla fermentazione di lieviti. Su internet troverete tra gli ingredienti della candeggina gentile  anche il detersivo per i piatti (ecologico) che contenendo i tensioattivi fa in modo che il prodotto penetri meglio tra i tessuti.
Per fare la candeggina gentile servono 1 parte di acqua ossigenata e 4 di acqua distillata

Quindi gli ingredienti per un litro sono:

  • 200ml di acqua ossigenata a 130 volumi
  • 800 ml di acqua distillata
  •  mezzo cucchiaino di acido citrico
  • 1 cucchiaio scarso di detersivo per i piatti ecologico
Io ho mescolato l'acido citrico nell'acqua distillata e ho versato tutti gli ingredienti in un flacone. Il flacone per la corretta conservazione non deve lasciar passare la luce e bisogna metterlo lontano da fonti di calore.
In lavatrice potete usarla  anche con la lana e i capi scuri. Se qualche tessuto non vi sembra idoneo potete fare una prova in un angolo nascosto. Potete mettere 50 ml di prodotto nella vaschetta per il candeggio o direttamente in lavatrice con la pallina dosatrice (non insieme al detersivo, ma in una pallina a parte). 
Non "scolorendo" il tessuto e non usando sbiancanti ottici, non aspettatevi il finto bianco abbagliante! Più l'acqua è calda e maggiore è l'ammollo, maggiore è la resa. Se fate un ammollo, potete lasciare il tessuto a bagno anche tutta la notte, ma state attenti agli oggetti metallici che si possono ossidare. 
Quando usate l'acqua ossigenata e l'acido citrico evitate di usare oggetti, contenitori o posate metalliche perché potrebbero ossidare e rilasciare dei metalli.
L'ossigeno che si sprigiona igienizza (basta napisan e amuchina) togliendo anche i cattivi odori causati da proliferazione batterica, sbianca (basta candeggina classica), e toglie alcune macchie (basta con gli smacchiatori tipo vanish o oxy che sfruttano proprio l'ossigeno attivo!) soprattutto quelle organiche tipo sangue (testato) ma dicono anche erba, vino ecc... 
Si può anche fare proprio uno smacchiatore da passare sulle macchie subito prima di infilare i capi in lavatrice. 
La ricetta la copio dal sito di promiseland
174g acqua ossigenata 
691g acqua distillata 
50 g di acido citrico 
80g detersivo piatti 
5 g xantana (questa serve per addensare il prodotto e renderlo simile ad un gel ma potete anche farne a meno)

Io personalmente lascio cadere solo una goccina della candeggina gentile senza usare la seconda ricetta.
Vi accorgerete subito se la macchia ha buone possibilità di sparire perchè a contatto con la candeggina comincerà subito a "frizzare" formando la caratteristica schiumetta.
Presto farò la versione per la muffa e vi aggiornerò. Ecco il link qui
Buona conversione alla candeggina eco! 

Silvia

3 commenti:

  1. Grazie, l'ho trovato molto interessante e utile il tuo articolo. Allora rimaniamo in attesa della anche della versione per la muffa :) a presto !!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie a te per aver letto il mio articolo :) ecco il post sull'antimuffa :) http://hippiesuitacchi.blogspot.it/2014/06/eliminare-la-muffa-dai-muri-in-modo.html

      Elimina
  2. Grande! Spiegato benissimo grazie! É da molto che voglio passare alla candeggina delicata fai da te. Sara

    RispondiElimina